I nostri servizi spaziano dagli impianti idrico-sanitari agli impianti di riscaldamento a pavimento e a pannelli radianti; dagli impianti di recupero calore (pompe di calore) agli impianti con pannelli solari; dagli impianti di distribuzione del gas secondo normativa all’adeguamento vecchi impianti di riscaldamento con rilascio di dichiarazioni di conformità secondo la Legge 46; dai rifacimenti completi di bagni alla sostituzione caldaie; dall’assistenza tecnica specializzata alle riparazioni idrauliche; dagli impianti di condizionamento e ricambio d’aria civili e industriali alle saune.

  • Condizionamento
  • Energia Solare
  • Geotermia e Pompe di calore
  • Impianti a pavimento
  • Aspirapolvere centralizzati

Come nel riscaldamento possiamo soddisfare ogni esigenza, forti di un bagaglio di esperienza che sicuramente ci permette di darvi una garanzia di affidabilità e sicurezza.
I prodotti da noi trattati sono tutti certificati, in grado di soddisfare le esigenze richieste dalla Classe A in poi.
Possiamo intervenire sia sulla semplice abitazione che nei grandi ambienti commerciali, per questo ci avvaliamo di prodotti durevoli nel tempo e che ci possono garantire di poter offrire la nostra consulenza e assistenza tecnica negli anni a venire.
Offriamo impianti di climatizzazione studiati e realizzati su misura in base alle singole esigenze del cliente sia del tipo split che del tipo idronico.
Un semplice sopralluogo da parte dei nostri tecnici potrà indicare la soluzione più adatta.
Impianterm Camer è in grado di fornire il pacchetto chiavi in mano comprensivo delle eventuali opere murarie, ove necessarie, all’installazione del nuovo impianto di climatizzazione.

Energia pulita ed economica
Se si vogliono ridurre con i carburanti esistenti oggi, i danni causati all’ambiente dagli effetti dell’anidride carbonica, non si può fare altro che risparmiare sull’energia. Inoltre gli alti costi del gasolio e del gas metano, si ripercuotono sul nostro portafoglio con grave conseguenze sul nostro budget familiare.
Oggi con l’energia pulita del sole è possibile produrre acqua calda e integrare il riscaldamento, riducendo i consumi energetici e di inquinamento. Incentivi fiscali e finanziamenti regionali, permettono un notevole risparmio sui costi di installazione dell’impianto.
Funzionamento dello scaldabagno solare
Il principio di funzionamento è semplice: i pannelli solari sono dotati un collettore che assorbe il calore ed è protetto da un vetro che ha la funzione di preservarlo dagli agenti atmosferici e di creare un effetto serra all’interno del pannello. Il collettore è una lastra in acciaio o rame, simile ad un radiatore in cui scorre il fluido termovettore costituito da antigelo.
Questo liquido riscaldato dal sole per mezzo di una serpentina di tubi, cede il calore all’acqua contenuta in un boiler. I pannelli devono essere di circa 1 mq per persona per le case del nord Italia, mentre rispettivamente di 0,75 e 0,55 per le regioni del centrosud.
I pannelli vanno orientati verso sud e con inclinazione del 45 per cento e del 30 per cento se usiamo l’impianto solo nel mese estivo.
Quando conviene…
L’impianto solare è conveniente dove l’irraggiamento del sole è buono, e quindi nelle zone dove l’inquinamento, la nebbia e le condizioni atmosferiche sono meno frequenti.
Inoltre dato che il costo iniziale si ammortizza di solito in appena 5-7 anni, l’impianto è conveniente sotto ogni punto di vista, anche dal punto di vista fiscale con le agevolazioni statali.

Ormai normalmente si parla di impianto geotermico intendendo la presenza di un generatore (pompa di calore) e di una o più sonde inserite nel terreno dal quale prelevare energia geotermica (che deriva dal sottosuolo). In realtà la definizione esatta sarebbe “impianto di riscaldamento alimentato con pompa di calore”.
La macchina in oggetto da un lato ha l’impianto di riscaldamento che deve essere alimentato e dall’altra un prelievo di energia che viene dal terreno. Questa energia prelevata dal sottosuolo nulla ha a che fare con il calore che entra nella vostra casa; l’energia geotermica (che può essere di vari tipi) serve solo per avviare il ciclo di lavoro della pompa di calore. Questa energia permette al gas sotto forma liquida, presente nel circuito, di trasformarsi in stato gassoso ed essere prelevato e compresso (dal compressore) e quindi surriscaldato.
Sarà questo gas surriscaldato, a mezzo di scambiatori, a cedere calore all’acqua del vostro impianto di riscaldamento e produrre acqua calda sanitaria. Pertanto la pompa di calore può funzionare tramite delle sonde geotermiche (circuito chiuso, che va dalla p.d.c. al terreno e dallo stesso torna alla macchina), oppure prelevando acqua da un pozzo, senza l’ausilio delle sonde geotermiche, e quindi potendo risparmiare la costosissima perforazione, oppure ancora prelevare questa energia dall’ambiente esterno (macchina ad aria). Queste tipologie di prelievo di energia sono da valutare caso per caso. Esse non compromettono il funzionamento della pompa di calore, anzi sono quel vestito giusto che dovremo valutare insieme per dare un giusto rapporto tra costi ed energia prodotta. 
Sistema geotermico: 
Lo scambio di calore con il terreno può avvenire attraverso tubi posti a circa 1,5 metri di profondità nel terreno vicino all’abitazione o attraverso sonde di captazione a profondità maggiore.
Lo scambio di calore può avvenire anche con acqua di falda, di fiume o di lago.
In inverno l’acqua che scorre all’interno dei tubi sottrae calore al terreno e lo trasferisce alla pompa di calore che, con elevata efficienza, produce calore per l’impianto di riscaldamento ad una temperatura superiore. Circa il 75% dei kW termici prodotti provengono dal terreno, mentre solo il 25% proviene dall’assorbimento elettrico: possiamo quindi parlare di geotermia.
D’estate, attraverso la valvola di inversione di ciclo, sottrae calore all’ambiente interno, raffrescandolo, e lo cede al terreno, riscaldandolo. I sistemi geotermici con pompe di calore sono più efficienti, più rispettosi dell’ambiente e più performanti di qualunque altro sistema di condizionamento e riscaldamento.

Ecco i benefici degli impianti di riscaldamento a pavimento:

  • Maggior benessere termico.
  • Risparmio energetico superiore.
  • Elevata superficie scambiante a bassa temperatura.
  • Distribuzione uniforme delle temperature ambientali.
  • Rispetto delle condizioni di umidità ambientale e delle condizioni igieniche.
  • Nessuna alterazione di intonaci, pavimenti in legno e serramenti.
  • Nessun vincolo di natura architettonica.
  • Grande affidabilità e flessibilità ad ogni tipo di edificio ed esigenza costruttiva.

Le caratteristiche: Oggi il riscaldamento a pavimento è sicuramente la soluzione tecnicamente più valida tra quelle offerte dal mercato del riscaldamento sia in ambito civile che commerciale e industriale. Le svariate soluzioni impiantistiche disponibili ne permettono la massima flessibilità ed adattabilità ad ogni tipo di edificio ed esigenza costruttiva. Inoltre l’utilizzo di un fluido termovettore a bassa temperatura unito alla particolare stratificazione del calore negli ambienti si traduce in un importante risparmio di energia

Il benessere termico: Il cosiddetto “benessere termico”, cioè quella sensazione di comfort che si instaura all’interno di un locale, si ha quando la temperatura assume una particolare distribuzione in funzione dell’altezza. Tale distribuzione della temperatura viene definita curva ideale di benessere termico. Per avere una condizione di “benessere termico” si devono avere zone leggermente più calde a pavimento e leggermente più fredde a soffitto. Per ogni sistema di riscaldamento è possibile tracciare una curva di distribuzione delle temperature.
Negli impianti di riscaldamento a pavimento la particolare collocazione dei pannelli radianti e la cessione di calore per irraggiamento genera una stratificazione delle temperature che si avvicina maggiormente alla curva ideale.

Il risparmio energetico: Gli impianti a pannelli radianti, rispetto quelli di riscaldamento tradizionale, a parità di temperatura ambiente, consentono un risparmio energetico medio superiore al 20%. I motivi di questo sensibile risparmio dipendono dal fatto che l’elevata superficie scambiante costituita dal pavimento fa si che si possa riscaldare con basse temperature del fluido termovettore.
Questo rende conveniente l’uso di sorgenti di calore la cui resa aumenta al diminuire della temperatura richiesta (pompe di calore, caldaie a condensazione, pannelli solari, sistemi di recupero del calore, sistemi di teleriscaldamento).
Il gradiente termico che si viene a generare con un impianto di riscaldamento a pavimento è tale che le dispersioni termiche sono minori rispetto ad un impianto di riscaldamento tradizionale. Questo perché, a differenza di questi ultimi tipi di impianto, si riesce a recuperare quel calore che generalmente viene sprecato per effetto della stratificazione dell’aria che raggiunge temperature più alte in prossimità del soffitto; tale recupero aumenta all’aumentare dell’altezza dei locali.
Con un impianto di riscaldamento a pavimento si raggiunge la condizione di benessere con una temperatura media ambiente generalmente inferiore di 1°C rispetto a quella che si ha con un impianto tradizionale e quindi, a parità di comfort, si ha un risparmio energetico.
Inoltre l’impiego di pannelli isolanti che servono di supporto al tubo, riducono notevolmente le dispersioni termiche e contribuiscono ad aumentare la resa energetica dell’impianto; i sistemi di riscaldamento tradizionali non necessitano, dal punto di vista impiantistico, di tali pannelli che quindi non vengono mai impiegati

Le condizioni igieniche: Con gli impianti di riscaldamento a pavimento non vi è il rischio di formazione di zone umide a pavimento e quindi non si generano le condizioni per la formazione di acari e batteri e non si formano muffe sulle pareti. Inoltre il sistema di riscaldamento a pavimento operando a bassa temperatura non altera le condizioni di umidità dell’aria, mantenendo un ottimo livello di benessere.

I vantaggi estetici: Non esistono vincoli di natura architettonica legati alla presenza di unità terminali riscaldanti, vi è quindi la totale libertà nell’arredamento dei locali. Eliminando il problema delle condense e delle muffe, non vi è il degrado degli intonaci, dei pavimenti in legno e dei serramenti.
Il sistema di riscaldamento a pavimento non altera lo spazio disponibile alla distribuzione dell’arredamento in quanto consente di sfruttare tutti gli spazi disponibili; è inoltre vantaggioso nel caso di edifici di importanza architettonica ed artistica dove l’inalterabilità degli ambienti è un requisito essenziale.

L’aspirapolvere centralizzato è l’unico sistema che permette di aspirare gli acari della polvere e di ridurre i tempi di pulizia. Molti sono i vantaggi di questo innovativo sistema:

  • Il sistema d’aspirazione centralizzato offre all’utente le più alte prestazioni per garantire un ambiente sano e privo di inquinanti, evitando il ricircolo di micropolveri nocive nell’aria.
  • La semplicità di utilizzo e la silenziosità di questo impianto permettono il suo impiego in ogni tipologia di costruzione, semplificando la vita di chi la abita.
  • La potenza delle nostre centrali aspiranti consente prestazioni elevatissime con il minimo ingombro sia negli edifici residenziali, sia nel settore terziario, riducendo inoltre al minimo i tempi di pulizia.
  • Elimina ogni contatto elettrico a 220V. La rete elettrica utilizzata da un impianto centralizzato è solo il contatto alle prese che è di soli 12V, impercettibile dal corpo umano.
  • Il luogo di utilizzo è separato da quello dove è ubicata la centrale aspirante anche perché le nostre centrali sono dotate di speciale silenziatore fonoassorbente in grado di ridurre notevolmente il rumore. Quindi è possibile operare in qualsiasi momento della giornata ottimizzando il lavoro di pulizia.
    Il sistema
    Di semplice realizzazione ed adatto ad ogni tipologia abitativa, il sistema di aspirazione centralizzato consiste in una centrale aspirante ubicata in un locale di servizio, raccordata a delle prese aspiranti localizzate all’interno dell’abitazione attraverso un sitema di tubi in PVC. Il sistema di aspirazione centralizzato sostituisce i classici elettrodomestici per la pulizia della casa, che risultano pesanti, ingombranti e rimettono in circolo nell’ambiente sia polvere che batteri aspirati, basta inserire il tubo aspirante nella apposita presa ed automaticamente parte l’impianto con una potenza di aspirazione eccezionale.
    Tutte le nostre centrali aspiranti sono del tipo ciclonico senza filtro , per cui nessun intasamento e soprattutto nessuna diminuzione della potenza aspirante, tutto il materiale aspirato si deposita in un semplice contenitore facilmente svuotabile.